Fermentatore troncoconico e scarico lieviti

Fermentatori e affini...

Fermentatore troncoconico e scarico lieviti

Messaggioda Camelot » 09/03/2020, 23:24

Ciao a tutti!
Premesso che ho fatto una ricerca nel forum prima, ma senza trovare una risposta alla mia domanda.

Vorrei sapere se utilizzare lo scarico dei lieviti di un troncoconico è identico ad effettuare un travaso in due fermentatori a fondo piatto.
Più chiaramente: è meglio usare due fermentatori a fondo piatto, oppure lo scarico dei lieviti di un troncoconico? Oppure il risultato finale è lo stesso?

Faccio questa domanda perché vorrei fare l'investimento dell'inox e vorrei capire se è meglio acquistare due fermentatori a fondo piatto, oppure un troncoconico, dato che alla fine il costo è uguale con entrambe le soluzioni, ma ovviamente un troncoconico mi farebbe risparmiare spazio, sbattimento del travaso ed i vari rischi che si presentano in quel caso.

Magari qualcuno è passato dal fondo piatto al troncoconico e potrà rispondermi

Grazie a tutti birra8
Camelot
Novizio
Novizio
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 21/02/2018, 12:11
Località: Viareggio
Comune: Viareggio
Stile preferito: Blanche
Tecnica: Estratto+Grani
Provincia: Lucca (Toscana)

Re: Fermentatore troncoconico e scarico lieviti

Messaggioda Abbaziale » 10/03/2020, 14:26

E' ormai tempo che molti domozimurghi hanno abbandonato l'idea stessa di fare il travaso intermedio.

L'idea del travaso nasce negli anni '80, quando i lieviti disponibili erano di cattiva qualità, spesso mal conservati, con una elevata mortalità.
I lieviti moderni che compri liofilizzati in bustine da 10g sigillati sono sani e nutriti, non c'è un problema di mortalità durante la birrificazione.
In pratica, per fermentazioni che durano anche un mese ti puoi evitare la seccatura del travaso, che comporta anche rischi di ossidazione e di contaminazione.

Un fermentatore conico ha senso per chi riusa il lievito e fa luppolatura a freddo, in questo caso il lievito va ricuperato prima della luppolatura, e il fermentatore conico è senz'altro più pratico del travaso.

Sei non fai riuso di lievito, i soldi spesi nel troncoconico sono spesi molto meglio altrove. Il mio consiglio quindi è di comprare fermentatori di qualità di acciaio a fondo piatto e di non fare alcun travaso fino all'imbottigliamento.

Volendo eliminare comunque i lieviti, penso che il fondo conico abbia vantaggi e svantaggi rispetto al travaso. Col fondo conico un po' di lievito potrebbe rimanere comunque nel fermentatore, a meno che il lievito non abbia caratteristiche di flocculazione ideali. Da questo filmato https://www.youtube.com/watch?v=IuYIZFUVpNA vedi che non sempre l'asportazione del lievito si fa con un "taglio netto" rispetto alla birra.

Travasando tra due recipienti l'asportazione del lievito è migliore ma naturalmente, oltre al maggior lavoro, c'è il maggior rischio di ossidazione e di infezione.

Dubito che il travaso intermedio porti alla produzione di una birra più limpida.
Ultima modifica di Abbaziale il 15/03/2020, 19:15, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Abbaziale
Birraio
Birraio
 
Messaggi: 319
Iscritto il: 22/11/2017, 19:53
Comune: Roma
Stile preferito: Abbazia (Dubbel, Chimay), stout.
Tecnica: Estratto+Grani
Provincia: Roma (Lazio)

Re: Fermentatore troncoconico e scarico lieviti

Messaggioda mario » 15/03/2020, 0:43

Esperienza personale, ricollegandomi a quanto ha scritto Abbaziale.
Il cold crash e mooooolto meglio del travaso intermedio in quanto a limpidezza della birra. Non faccio più il travaso intermedio e mi trovo bene.
mario
Birraio
Birraio
 
Messaggi: 466
Iscritto il: 05/04/2013, 18:25
Comune: torino
Stile preferito: tutti
Tecnica: All Grain
Provincia: Torino (Piemonte)

Re: Fermentatore troncoconico e scarico lieviti

Messaggioda Camelot » 15/03/2020, 12:45

@Abbaziale

Grazie mille, gentilissimo ed esaustivo! birra8

mario ha scritto:Esperienza personale, ricollegandomi a quanto ha scritto Abbaziale.
Il cold crash e mooooolto meglio del travaso intermedio in quanto a limpidezza della birra. Non faccio più il travaso intermedio e mi trovo bene.


Grazie mille.
Mi sorge spontanea una domanda, però: cold crash con un troncoconico, come lo fai? Immagino serva un frigorifero di quelli a parete, o uno molto grande a pozzetto (a causa delle dimensioni di un fermentatore di quel tipo)
Camelot
Novizio
Novizio
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 21/02/2018, 12:11
Località: Viareggio
Comune: Viareggio
Stile preferito: Blanche
Tecnica: Estratto+Grani
Provincia: Lucca (Toscana)

Re: Fermentatore troncoconico e scarico lieviti

Messaggioda Abbaziale » 15/03/2020, 19:12

mario ha scritto:Mi sorge spontanea una domanda, però: cold crash con un troncoconico, come lo fai? Immagino serva un frigorifero di quelli a parete, o uno molto grande a pozzetto (a causa delle dimensioni di un fermentatore di quel tipo)


In alternativa puoi comprare un dispositivo come questo: https://brewjacket.com/

BrewJacket Immersion Pro

Costa €350 ma è la soluzione definitiva per chi ha problemi di spazio. Il controllo di temperatura spazia su un ambito abbastanza vasto rispetto alla temperatura ambiente da renderti in grado di scordarti le limitazioni date dalla stagione nella scelta dello stile di birra che vuoi fare.

Io ci sto pensando molto seriamente, e l'unica cosa che mi frena per ora è la spesa :lol:
Avatar utente
Abbaziale
Birraio
Birraio
 
Messaggi: 319
Iscritto il: 22/11/2017, 19:53
Comune: Roma
Stile preferito: Abbazia (Dubbel, Chimay), stout.
Tecnica: Estratto+Grani
Provincia: Roma (Lazio)

Re: Fermentatore troncoconico e scarico lieviti

Messaggioda mario » 15/03/2020, 22:44

Io ho un vecchio frigo sottotavolo e l'ho collegato a un Inkbird: farmentazione e cold crash senza muovere il fermentatore.
Uso da anni un vecchio fermentatore di plastica da 30 litri (peraltro tenuto molto bene, sono maniacale) a fondo piatto
mario
Birraio
Birraio
 
Messaggi: 466
Iscritto il: 05/04/2013, 18:25
Comune: torino
Stile preferito: tutti
Tecnica: All Grain
Provincia: Torino (Piemonte)

Re: Fermentatore troncoconico e scarico lieviti

Messaggioda Abbaziale » 16/03/2020, 17:16

mario ha scritto:Io ho un vecchio frigo sottotavolo e l'ho collegato a un Inkbird: farmentazione e cold crash senza muovere il fermentatore.
Uso da anni un vecchio fermentatore di plastica da 30 litri (peraltro tenuto molto bene, sono maniacale) a fondo piatto


Infatti lo spazio per quello ce l'avrei, ma ho problemi con tutto il "sollevamento pesi" che questo comporta. Ho un'età e qualche problema di schiena. Ho deciso di abolire la fatica dalla mia pratica birraria. Ho appena ordinato una pompa nel caso dovessi fare travasi, e comprerò presto un piccolo paranco da mettere in cucina per il sollevamento del cestello di trebbie.

Però il frigo è da valutare, accettando di travasare dal fermentatore nel frigo ad un fermentatore su un carrello che poi posso portare in cucina. Grazie dello spunto! birra8
Avatar utente
Abbaziale
Birraio
Birraio
 
Messaggi: 319
Iscritto il: 22/11/2017, 19:53
Comune: Roma
Stile preferito: Abbazia (Dubbel, Chimay), stout.
Tecnica: Estratto+Grani
Provincia: Roma (Lazio)


Torna a Fermentatori

Chi c’è in linea

Visitano il forum: tonino e 1 ospite