Pagina 1 di 1

Belgian Blond Ale

MessaggioInviato: 31/01/2018, 18:23
da Berlo
Buonasera a tutti,
volevo fare una birra in stile Belga. Partito come al solito da fantasie su birre esageratamente difficili... mi sono subito ridimensionato sperando, con questa Belgian Blond Ale, di essere tornato a qualcosa di più fattibile.

Ogni consiglio/insulto è ben accetto ;)

Quale delle due preferite? E quella che preferite come la modifichereste/migliorereste?

Buona birra birra9

Versione 1
Immagine

Versione 2
Immagine

Re: Belgian Blond Ale

MessaggioInviato: 31/01/2018, 19:13
da Savio75
La prima versione mi piace di più. Però ci aggiungerei i fiocchi di frumento della seconda con un protein rest di 15'.

Re: Belgian Blond Ale

MessaggioInviato: 01/02/2018, 10:17
da Berlo
Savio75 ha scritto:La prima versione mi piace di più. Però ci aggiungerei i fiocchi di frumento della seconda con un protein rest di 15'.

Quindi della prima non ti piace la luppolatura che vira un poco più sull'amaro?
Il protein rest lo faresti in generale, per la presenza importante di pilsner, o per altro?

Grazie e buona birra birra9

Re: Belgian Blond Ale

MessaggioInviato: 01/02/2018, 10:41
da Savio75
Saaz e Styrian Goldings anche se usati in quantità importanti non daranno mai un amaro spinto.
Ho da farti una domanda sul monostep a 68°C: cosa vuoi ottenere dal tuo mosto?

Re: Belgian Blond Ale

MessaggioInviato: 01/02/2018, 11:43
da Berlo
Savio75 ha scritto:Saaz e Styrian Goldings anche se usati in quantità importanti non daranno mai un amaro spinto.

Spinto non mi serve, volevo un rapporto BU/GU sui 30, avendo aggiunto nella seconda versione altro materiale fermentabile (nella prima versione ho OG 1,066 nella seconda 1,074), ho spostato un po le gettate verso l'amaro per bilanciare e rimanere su quel rapporto.

Savio75 ha scritto:Ho da farti una domanda sul monostep a 68°C: cosa vuoi ottenere dal tuo mosto?

Il pilsner in mio possesso dovrebbe essere abbastanza modificato da non necessitare il protein rest, per quello chiedevo se ritenevi di aggiungere quello step per il malto, perchè se è così non ne dovrei aver bisogno, se invece è per i fiocchi allora è un altro paio di maniche.
Ho scelto lo step a 68° (ma sto pensando se farlo di 1° in meno) perchè vorrei una birra non eccessivamente secca e mi piacerebbe rimanesse come FG tra i 1,010 e 1,013.

Buona birra birra9

Re: Belgian Blond Ale

MessaggioInviato: 01/02/2018, 13:42
da Savio75
Solitamente Il protein rest lo aggiungo sempre con pils e fiocchi. Meglio non rischiere di trovarsi della torbidezza che stona (almeno per questo stile).
Ti facevo la domanda sul monostep in quanto salti una buona sosta per la saccarificazione (una trentina di minuti a 63°C la vedo bene). Sparando subito a 67°-68°C dai al tuo mosto una bella botta di corposità ma tralasci parecchi zuccheri fermentabili nelle trebbie. Stando così le cose vedo difficile raggiungere quell'OG. Una cinquantina di minuti a 67°C potrebbe essere il giusto compromesso. Voglio solo metterti la pulce nell'orecchio e stimolarti nella sperimentazione. A volte vedo neofiti che non ripetono mai una stessa birra per più di una volta, quando invece è il solo modo di verificare le tante sfaccettature della produzione.

Re: Belgian Blond Ale

MessaggioInviato: 01/02/2018, 14:46
da Berlo
Diciamo in generale che non sono un amante degli step intermedi e, da quando so che i pilsner in vendita oramai sono sufficientemente modificati e non contengono la quantità di proteine di un tempo, cerco di stare sempre su un monostep per rendere anche il processo più snello e semplice.

Savio75 ha scritto:Ti facevo la domanda sul monostep in quanto salti una buona sosta per la saccarificazione (una trentina di minuti a 63°C la vedo bene). Sparando subito a 67°-68°C dai al tuo mosto una bella botta di corposità ma tralasci parecchi zuccheri fermentabili nelle trebbie. Stando così le cose vedo difficile raggiungere quell'OG.

Questo non l'ho capito. Alla fine il monostep 66-68°viene fatto appunto perchè è un range in cui lavorano ancora sia le beta che le alfa amilasi. Anche sbilanciando il monostep verso il range di lavoro delle beta amilasi, non si lasciano zuccheri fermentabili nelle trebbie... si trasformano in zuccheri meno fermentabili, che è cosa diversa, quindi non dovrei avere problemi a raggiungere l' OG, semmai a far scendere l' FG.

E' anche vero però che non ho fatto tutte queste belghe fino ad oggi da poter vantare un'esperienza sul campo tale da basare la mia preferenza su prove empiriche. Una volta sola ho provato un belgian golden strong ale, ma fu una cotta "matta" per svariati motivi che non sto qui a raccontare e quindi fu un po tutto un casino. Quindi ogni consiglio è ben accetto ;)

Buona birra birra9

Re: Belgian Blond Ale

MessaggioInviato: 01/02/2018, 15:04
da Savio75
Con "tralasci parecchi zuccheri fermentabili nelle trebbie" intendevo che non converti buona parte del malto in fermentabili.