altro giro, altro vincitore

Tutti i segreti per fare una buona birra dai KIT

Re: altro giro, altro vincitore

Messaggioda gs180611 » 10/01/2023, 15:26

Ciao
ho letto solamente ora ma visto che non mi è ancora arrivata la nuova sono in tempo a fare quanti più danni posso :lol:
riguardo il termostato, ho comprato un termostato per acquari quindi è ad immersione, ecco perchè ho pensato al foro sul tappo con una guarnizione.
Non ho acquistato la fascia riscaldante perché da quanto ho capito (per quello che ho visto fin'ora) non c'è un settaggio preciso della temperatura ma ci sono 3 livelli; magari sono sufficienti ma non avere un valore "esatto" non mi convince.
In realtà credo che non avrò grandi problemi con la temperatura che rimarrà comunque abbastanza costante visto che per definizione un frigorifero ha le pareti ben isolate, quindi non so se utilizzerò il termostato o eventualmente dormirò abbracciato al fermentatore per riscaldarlo :roll:
gs180611
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 23/12/2022, 16:11
Comune: Fabriano
Stile preferito: weiss
Tecnica: Mai birrificato
Provincia: Ancona (Marche)

Re: altro giro, altro vincitore

Messaggioda Abbaziale » 10/01/2023, 16:56

gs180611 ha scritto:Ciao
ho letto solamente ora ma visto che non mi è ancora arrivata la nuova sono in tempo a fare quanti più danni posso :lol:
riguardo il termostato, ho comprato un termostato per acquari quindi è ad immersione, ecco perchè ho pensato al foro sul tappo con una guarnizione.
Non ho acquistato la fascia riscaldante perché da quanto ho capito (per quello che ho visto fin'ora) non c'è un settaggio preciso della temperatura ma ci sono 3 livelli; magari sono sufficienti ma non avere un valore "esatto" non mi convince.
In realtà credo che non avrò grandi problemi con la temperatura che rimarrà comunque abbastanza costante visto che per definizione un frigorifero ha le pareti ben isolate, quindi non so se utilizzerò il termostato o eventualmente dormirò abbracciato al fermentatore per riscaldarlo :roll:


Il termostato per acquari è una soluzione originale, che può funzionare, ma un po' goffa per tre motivi:

a) E' un'altra cosa che va sanitizzata per bene e che introduce un rischio di contaminazione, incluso il filo;
b) Devi fare un buco da qualche parte che deve essere stagno;
c) Non so com'è fatto il tuo, ma nel mio (comprato per altri usi) non puoi variare la temperatura se non prendendolo in mano, quindi non puoi variare la temperatura di fermentazione durante la fermentazione.

Le fasce di fermentazione esistono di tutti i tipi, alcune hanno una manopoletta regolabile nel continuo.

La soluzione migliore comunque è usare un termostato esterno collegato ad un relè che stacca la corrente e la riattacca secondo le necessità.

Se fai una ricerca su un sito di vendite per corrispondenza con "termostato birra" ne trovi parecchi.
Hanno due prese di corrente: una per il lato caldo e una per quello freddo, con le quali puoi fare una vera e propria camera di fermentazione (usando un vecchio congelatore) che tiene la temperatura da te scelta sia che all'esterno faccia più caldo sia che faccia più freddo, attivando alternativamente il lato freddo (accende il congelatore) o il lato caldo (accende il tappetino o la fascia riscaldante dentro al congelatore).

Risparmiando poco si può anche trovare un apparecchio che comanda solo il lato caldo.

In questo modo, senza infilare le mani nella birra e senza aprire il fermentatore, puoi variare la temperatura, ad es. se la fermentazione procede lentamente puoi provare ad alzare la temperatura.
Avatar utente
Abbaziale
Birraio
Birraio
 
Messaggi: 495
Iscritto il: 22/11/2017, 19:53
Comune: Roma
Stile preferito: Abbazia (Dubbel, Chimay), stout.
Tecnica: All Grain
Provincia: Roma (Lazio)

Re: altro giro, altro vincitore

Messaggioda gs180611 » 11/01/2023, 3:51

Io sono al livello "setto una temperatura e ci vediamo quando la fermentazione è finita".
Davvero avrò bisogno di cambiarla? In quel caso si, ho fatto una scelta scomoda e rimedierò.
Ricordo che la prima volta che ho fatto la birra ero senza termostato ed è andata "decentemente".
La storia che mi sono immaginato è che farò 2 o 3 volte senza nulla e pian piano aggiungerò elementi....fino ad aprire un birrificio... nel 2340

Tornando seri, nella fase "produzione by kit" mi sembra che le cose da tenere sotto controllo siano essenzialmente 2:
- igiene quindi sanificazione
- temperatura: tenerla intorno ai 20°C quindi scaldare se è bassa e .... Aprire la porta del frigo se troppo alta
La mia idea era di mettere il termostato con la porta aperta visto che in effetti la temperatura si è alzata fino a 26 gradi che dovrebbe essere un po' una soglia critica. Il termostato che ho comprato ha una regolazione al grado tramite una manopola che può essere completamente immersa. Regolare la temperatura durante la fermentazione è un "must have" ? Io ho capito che serve per risolvere eventuali problemi di fermentazione....che magari avrò ma magari no e prima di comperare un sistema di raffreddamento/riscaldamento proverò a fare una o due volte la birra così, con un sistema di riscaldamento "fisso"...che alla fine sbatterci il muso è forse quello che mi serve per capirne davvero l'importanza e i rischi.

Non vorrei sembrare semplificativo o cocciuto, solo ho dubbi anche ovvi per molti quindi sto cercando di evitare di esagerare con le paure e mettere su una strumentazione da birrificio quando in realtà sto facendo birra da kit che dovrebbe essere un semplice esercizio rispetto a fare davvero tutto il processo partendo dai cereali.
gs180611
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 23/12/2022, 16:11
Comune: Fabriano
Stile preferito: weiss
Tecnica: Mai birrificato
Provincia: Ancona (Marche)

Re: altro giro, altro vincitore

Messaggioda mario » 11/01/2023, 9:57

Metodo semplice (ma ingombrante): frigo usato, Inkbird o simili, fascia riscaldante per terrari da 75 w; sonda attaccata al fermentatore con un pezzo di polistirolo.
Tenuto presente che non siamo un laboratorio aerospaziale o una centrale nucleare e che i nostri strumenti di misura sono in sè assai approssimativi, questo è un compromesso funzionale. Io lo uso da 6-7 anni con soddisfazione.
Ciao
Mario
mario
Mastro Birraio
Mastro Birraio
 
Messaggi: 517
Iscritto il: 05/04/2013, 18:25
Comune: torino
Stile preferito: tutti
Tecnica: All Grain
Provincia: Torino (Piemonte)

Re: altro giro, altro vincitore

Messaggioda Abbaziale » 11/01/2023, 15:28

gs180611 ha scritto:La storia che mi sono immaginato è che farò 2 o 3 volte senza nulla e pian piano aggiungerò elementi....fino ad aprire un birrificio... nel 2340

Regolare la temperatura durante la fermentazione è un "must have" ?


Sì funziona proprio così, uno pensa: "facile fare la birra, bastano due secchi di plastica, una pentola grande, un mestolo, magari un termometro" poi ci si accorge che ci sono mille piccoli accorgimenti che determinano la differenza tra una birra bevibile e una birra buona come quelle del supermercato e anche meglio.

Ci sono due casi in cui può essere proficuo alzare la temperatura:
a) Problemi di fermentazione, fermentazione pigra, che si ferma a metà: alzare temperatura;
b) "pausa diacetile", cioè per qualche giorno, dopo la fine della fermentazione, portare la temperatura della birra qualche grado sopra alla temperatura di fermentazione in modo da favorire il riassorbimento del diacetile da parte del lievito. Il lievito riassorbe il diacetile anche a temperatura di fermentazione, ma alzare la temperatura è più comodo e più efficace, potendo.

Per ora puoi naturalmente usare il termometro da acquario, anzi se lo monti in verticale sulla parte del fermentatore, e se riesci a lasciare la manopola di regolazione fuori del mosto, alla fine della fermentazione potresti anche aprire il coperchio, regolare la manopola e richiudere. A quel punto la birra è piena d'alcol ed è abbastanza protetta da infezioni.
Avatar utente
Abbaziale
Birraio
Birraio
 
Messaggi: 495
Iscritto il: 22/11/2017, 19:53
Comune: Roma
Stile preferito: Abbazia (Dubbel, Chimay), stout.
Tecnica: All Grain
Provincia: Roma (Lazio)

Re: altro giro, altro vincitore

Messaggioda gs180611 » 12/01/2023, 15:00

Altra domanda che magari è stata già trattata:
Ieri ho ricevuto la latta e mi è rimasta in macchina la notte; la temperatura è scesa parecchio, questa mattina alle 8:00 eravamo a +3 gradi, non escludo che sia scesa sotto lo zero. La latta è visibilmente a posto, se ci fosse stato una congelazione mi immagino avrei visto un rigonfiamento...
gs180611
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 23/12/2022, 16:11
Comune: Fabriano
Stile preferito: weiss
Tecnica: Mai birrificato
Provincia: Ancona (Marche)

Re: altro giro, altro vincitore

Messaggioda mario » 12/01/2023, 15:35

Non fa nulla
mario
Mastro Birraio
Mastro Birraio
 
Messaggi: 517
Iscritto il: 05/04/2013, 18:25
Comune: torino
Stile preferito: tutti
Tecnica: All Grain
Provincia: Torino (Piemonte)

Re: altro giro, altro vincitore

Messaggioda gs180611 » 16/01/2023, 3:13

Ciao
Sabato pomeriggio ho rifatto tutto il processo, sperando di aver sanificato tutto e dovrei aver seguito tutti i passaggi tranne che nel bidone ho messo un paio di litri in più di acqua perché la tacca dei 23 litri corrisponde alla maniglia del bidone e mi sono confuso. Ok, 25 litri. Domenica mattina passo e niente gorgoglio ma il pomeriggio si, anche molto gorgoglio. Temperatura a 21/22 gradi.
Fatico ad addormentarmi e mi dici "perché non andare a farsi cullare dal gorgoglio del fermentatore?"; Scendo in cantina, apro il frigo e.... Gorgoglio ancora presente ma la schiuma marroncina è addirittura uscita dal gorgogliatore. Temperatura tra 19 e 20 gradi. Immagino la troppa acqua abbia aiutato la cosa visto che il livello è troppo alto.
Pulisco il gorgogliatore, sanitizzo e lo rimetto. La fermentazione chiaramente continua bene.. mi metto a letto ma ho paura che domani vedrò di nuovo il problema. Spero che non sia diventato un veicolo di l'ingresso per i batteri ma comunque il frigo è sempre chiuso, spero di no.
Questa volta arrivo fino in fondo e anche se fa schifo me la bevo ahahh
gs180611
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 23/12/2022, 16:11
Comune: Fabriano
Stile preferito: weiss
Tecnica: Mai birrificato
Provincia: Ancona (Marche)

Re: altro giro, altro vincitore

Messaggioda gs180611 » 25/01/2023, 23:53

Di nuovo Ciao!
oggi, dopo l'ultimo BLUP del gorgogliatore, dopo la misura della densità (1010mg/litro) ho imbottigliato.. più di 40 bottiglie, pulizia generale di tutto e... una mezza bottiglia l'ho tenuta perché sono curioso di sentirla subito :lol:
tra un paio di mesi (se resisto a non provarla prima) vi farò sapere birra3
gs180611
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 23/12/2022, 16:11
Comune: Fabriano
Stile preferito: weiss
Tecnica: Mai birrificato
Provincia: Ancona (Marche)

Re: altro giro, altro vincitore

Messaggioda Abbaziale » 27/01/2023, 17:56

gs180611 ha scritto:tra un paio di mesi (se resisto a non provarla prima) vi farò sapere birra3


Resistere! Resistere! Resistere! (per citare Vittorio Emanuele Orlando). Mai aprire la birra troppo presto, secondo me.
Avatar utente
Abbaziale
Birraio
Birraio
 
Messaggi: 495
Iscritto il: 22/11/2017, 19:53
Comune: Roma
Stile preferito: Abbazia (Dubbel, Chimay), stout.
Tecnica: All Grain
Provincia: Roma (Lazio)

Precedente

Torna a Birra da Kit

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], tonino e 6 ospiti

cron