Luppolo in pellet senza travasare?

Tutti i segreti per fare una buona birra dai KIT

Luppolo in pellet senza travasare?

Messaggioda leoforum » 22/11/2018, 20:59

Salve a tutti, sto usando un kit apa con luppoli in pellets (OG 10.50 circa) e sono quasi alla fine della fermentazione (densimetro 10.08) anche se la densità non è ancora stabile.
Ho dei dubbi circa il dafarsi a questo punto. Il kit prevede dei luppoli in pellets che consiglia di utilizzare alla fine per non più di 2 o 3 giorni, però non mi specifica se fare il dryHopping dopo il primo travaso o meno.
Ho pensato di non fare travaso e quando la densità sarà stabile aggiungo il pellet direttamente nel fermentatore e dopo 2/3 giorni faccio travaso, aggiungo zucchero e imbottiglio.
Prima di combinare guai vorrei qualche suggerimento da chi è più esperto di me.
Il mio dubbio riguarda il fatto se i lieviti esausti che mi porto dietro senza travasare insieme ai residui del luppolo in pellett possono darmi problemi.
Grazie
leoforum
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 22/11/2018, 20:53
Comune: Caltanissetta
Stile preferito: APA, IPA
Tecnica: Kit luppolato
Provincia: Caltanissetta (Sicilia)

Re: Luppolo in pellet senza travasare?

Messaggioda Berlo » 23/11/2018, 14:10

Ciao leoforum,
visto che sei ormai quasi a fine fermentazione io eviterei un doppio travaso (quello pre dry-hopping e poi quello pre-imbottigliamento per il priming), luppolerei direttamente nella situazione attuale, terrei 3-4 giorni e poi passerei a travasare per fare priming ed imbottigliamento.

Da quello che scrivi mi pare di capire che tu non abbia la possibilità di fare winterizzazione in una camera di fermentazione.
Se ho capito male allora al 4° giorno di dry-hop abbatti la temperatura, lasci per altri 4-5 giorni e poi passi alle fasi successive (travasare per fare priming ed imbottigliamento).
In caso avessi capito bene invece potresti ritrovarti a portare dentro al fermentatore dove farai priming qualche particella in più dal fermentatore primario, niente di problematico però se cerchi di travasare lentamente. In questi casi, può aiutarti il travasare mettendo all'estremità del tubo un hop-socket (tipo questo https://www.birramia.it/sacchetto-filtr ... ppolo.html ma si può realizzare anche con una calza da donna previamente sterilizzata) o ancora meglio potresti prevedere l'imbottigliamento tramite un sifone con filtro alla base.

Buona birra birra9
Non ti resta che Berlo!
Immagine
Avatar utente
Berlo
Mastro Birraio
Mastro Birraio
 
Messaggi: 956
Iscritto il: 26/01/2016, 17:50
Comune: Roma
Stile preferito: IPA
Tecnica: All Grain
Provincia: Roma (Lazio)

Re: Luppolo in pellet senza travasare?

Messaggioda leoforum » 23/11/2018, 15:40

Grazie Berlo per la risposta.
Effettivamente non sono attrezzato per la winterizzazione, e così seguirò il tuo consiglio. A questo proposito vorrei approfittare della tua disponibilità per chiederti se facendo come tu suggerisci, cioè di fare un unico travaso, potrei accentuare il sapore un po' amaro che sento ancora nella mia APA.
Quando controlloo la densità provo ad assaggiare il mosto e ho notato che il sapore amaro via via è diminuito, ma ancora (ieri) era un pochino amara. Purtroppo questa è la mia prima APA, quindi non so se è normale sentire ancora il sapore amarognolo quasi alla fine della fermentazione.
Quindi mi chiedo se non filtrando per altri 4/5 giorni potrei peggiorare ed aumentare l'amaro?
Scusa se mi sono dilungato.
Grazie di nuovo
leoforum
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 22/11/2018, 20:53
Comune: Caltanissetta
Stile preferito: APA, IPA
Tecnica: Kit luppolato
Provincia: Caltanissetta (Sicilia)

Re: Luppolo in pellet senza travasare?

Messaggioda Berlo » 28/11/2018, 13:09

Partiamo dicendo subito che le APA sono birre in cui l'amaro si deve sentire, magari non come le IPA, ma comunque deve essere una nota presente.

Non credo di aver capito bene o probabilmente c'è un filo di confusione su cosa intendiamo per amaro.

L'amaro nella birra è una caratteristica molto precisa e che viene conferita attraverso la bollitura del luppolo. Più questa è lunga e più, a parità di quantità e tipo di luppolo, verrà estratto amaro. Studi sperimentali recenti sembrano indicare (diversamente da quello che si credeva prima) che anche a temperature ambiente (quindi parliamo di dry-hop durante la fermentazione) il luppolo rilasci qualcosina di amaro aumentando perciò le IBU finali della birra, ma... parliamo probabilmente di apporti modici e che non cambiano di molto il risultato finale, soprattutto negli stili già di per sè amari come APA, IPA, ecc...

Tornando alla tua domanda, in fermentazione non è possibile andare ad incidere sull'amaro finale facendo un travaso in più o in meno, modificando i tempi di fermentazione o di cold crash. Potresti farlo diminuendo il luppolo in dry-hop ma, seguendo il ragionamento di sopra, parliamo di poco o niente.

Quello che tu descrivi come amaro e che si sta smorzando con il tempo, non credo sia davvero amaro ma probabilmente qualche altra componente. Ti dico questo perchè, partendo dall'assunto che l'amaro della birra è quello definito in fase di cottura e quello lì rimane, dovrebbe essere l'esatto contrario di quello che tu descrivi in quanto all'inizio il mosto è molto zuccherino e quel dolce copre l'amaro, mentre andando avanti, via via che i lieviti mangiano gli zuccheri, cominciano ad esserci sempre meno zuccheri e quell'amaro cominci a percepirlo sempre di più. La mia impressione è che tu stia associando ad amaro qualcos'altro che potrebbe essere dovuto ad un eccesso di lievito ancora in fermentazione e che con il tempo invece va a precipitare.

Comunque considera che la birra, una volta imbottigliata, va ad affinarsi con il tempo ed alcune sue componenti, che all'inizio possono sembrare slegate e/o eccessivamente presenti, cominciano ad amalgamarsi con il resto e a formare quello che poi è il risultato finale.
Difficile giudicare quello che potrebbe essere alla fine, assaggiando i campioni durante la fermentazione, al limite ti puoi accorgere se qualcosa sta andando male... ma lì parliamo di puzze strane più che di eccessiva nota amara. Con il tempo il mosto diventa bevanda alcolica, e le componenti residue del malto, l'alcool che è stato generato, le note organolettiche del luppolo (amare e aromatiche) devono avere il tempo di legarsi tra loro e sposarsi con la carbonazione, che ha una grande importanza nell'esperienza sensoriale della bevuta. Bere una birra pre-carbonazione esalterà alcuni tipi di note, che siano alcoliche, amare, maltose, ecc... , che dopo la carbonazione invece saranno percepite in modo molto diverso.

Spero di non essermi dilungato eccessivamente :lol:

Buona birra birra9
Non ti resta che Berlo!
Immagine
Avatar utente
Berlo
Mastro Birraio
Mastro Birraio
 
Messaggi: 956
Iscritto il: 26/01/2016, 17:50
Comune: Roma
Stile preferito: IPA
Tecnica: All Grain
Provincia: Roma (Lazio)

Re: Luppolo in pellet senza travasare?

Messaggioda leoforum » 28/11/2018, 18:08

Di nuovo grazie Berlo,
non ti sei dilungato troppo, anzi, nella tua risposta ho trovato l'esperienza che ancora mi manca e pertanto ti sono grato.
Effettivamente io ho parlato di "gusto amaro" impropriamente: sarebbe stato corretto usare "gusto sgradevole" che è quello che via via diminuisce per lasciare spazio a qualcosa di molto più gradevole.
Sono arrivato quasi alla fine della birrificazione della mia APA e sto per fare il dry Hopping.
Ho intenzione di non fare nessun travaso parziale ma soltanto quello finale per il priming.
Ti faccio ancora una domanda relativamente alla durata del dry hopping. Il luppolo, che uso, è in pellets e nella scheda che accompagna il kit, consigliano 2/3 gg max. In alcuni manuali però genericamente parlano di più giorni a seconda la quantità di gusto/aroma che si vuole dare. Io non ho mai fatto DH, però nn vorrei superare i 2 gg rispettando le istruzioni del Kit in questione; tu che mi consigli?
Nuovamente grazie per i preziosi consigli.
leoforum
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 22/11/2018, 20:53
Comune: Caltanissetta
Stile preferito: APA, IPA
Tecnica: Kit luppolato
Provincia: Caltanissetta (Sicilia)

Re: Luppolo in pellet senza travasare?

Messaggioda Berlo » 30/11/2018, 13:12

Il massimo della resa aromatica del luppolo in dry-hop viene ottenuta dopo 2-3 giorni, dopodiché diventa trascurabile l'apporto in aroma e vengono per lo più estratte altre componenti organolettiche (vedi erbaceo) che di solito sarebbe preferibile evitare.
Quindi 2-3 giorni vanno benissimo, se possibile non andrei oltre i 4 giorni di DH, ma considera che, se dovessi avere qualche imprevisto per cui sei costretto a procrastinare l'imbottigliamento, anche con qualche giorno in più non succede niente di drastico ;)

Buona birra birra9
Non ti resta che Berlo!
Immagine
Avatar utente
Berlo
Mastro Birraio
Mastro Birraio
 
Messaggi: 956
Iscritto il: 26/01/2016, 17:50
Comune: Roma
Stile preferito: IPA
Tecnica: All Grain
Provincia: Roma (Lazio)

Re: Luppolo in pellet senza travasare?

Messaggioda leoforum » 30/11/2018, 14:31

Ciao, si come pensavo. ieri pomeriggio ho fatto DH con il pellets e terrò 2 giorni o magari se imbottiglio sab pomerig 2,5 giorni.
Ho usato un sacchetto hopbag che ho inserito e poi chiuso il fermentatore subito dopo. Il gorgogliatore non dava più segni e la densità era ormai stabile 1008 da 3/4 giorni.
Ho notato però che da quando ho inserito il sacchetto con il pellet ha ripreso a gorgogliare. Ma che è successo secondo te? I lieviti si sono risvegliati o cosa?
Grazie sempre
leoforum
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 22/11/2018, 20:53
Comune: Caltanissetta
Stile preferito: APA, IPA
Tecnica: Kit luppolato
Provincia: Caltanissetta (Sicilia)

Re: Luppolo in pellet senza travasare?

Messaggioda Berlo » 30/11/2018, 15:12

Se c'è attività da parte del gorgogliatore non è detto al 100% che questa dipenda da un riavvio di fermentazione. Potrebbero esserci altre con-cause, come un innalzamento di temperatura, fenomeni legati dalla reazione tra inserimento del luppolo e CO2 già presente nel mosto, solo in finale si potrebbe anche parlare di rivitalizzazione del lievito (magari anche grazie ad un minimo di ossigeno entrato inserendo la hop-bag) ma... difficilmente andrà a scendere la densità se era già arrivata ad FG secondo ricetta.

Buona birra birra9
Non ti resta che Berlo!
Immagine
Avatar utente
Berlo
Mastro Birraio
Mastro Birraio
 
Messaggi: 956
Iscritto il: 26/01/2016, 17:50
Comune: Roma
Stile preferito: IPA
Tecnica: All Grain
Provincia: Roma (Lazio)

Re: Luppolo in pellet senza travasare?

Messaggioda leoforum » 30/11/2018, 16:56

Bene caro Berlo, grazie per i tuoi consigli e la tua competenza. Spero di fare una buona birra, grazie ai tuoi consigli. birra8
leoforum
Principiante
Principiante
 
Messaggi: 8
Iscritto il: 22/11/2018, 20:53
Comune: Caltanissetta
Stile preferito: APA, IPA
Tecnica: Kit luppolato
Provincia: Caltanissetta (Sicilia)


Torna a Birra da Kit

Chi c’è in linea

Visitano il forum: tonino e 2 ospiti