Pagina 1 di 1

Anchor Brewing - Go West

MessaggioInviato: 06/02/2017, 22:17
da Berlo
Immagine

Qualche giorno fa mi aggiravo nei meandri di un ipermercato a far spesa e, essendo incredibilmente da solo, mi sono preso tutto il tempo di guardare un poco più approfonditamente lo scaffale delle birre (se ero con la moglie e le figlie... col cavolo).

Superate in un lampo le birre industriali, comincio a guardarmi il repertorio delle scaffalature. Tra un "già bevuta" e un "non mi ispira proprio" vengo attratto da questa piccola bottiglia. Comincio a pensare: "io questo birrificio Anchor Brewing devo averlo sentito già da qualche parte...".

Anche se poco attratto dal rapporto prezzo/incognita, mi lascio trasportare dalla curiosità e ne infilo una nel carrello ("ALLA FACCIA TUA MOGLIE! Se stavo con te non l'avrei mai presa! MU-AH-AH-AH...").

Torno a casa, la infilo in frigo e vado a sbirciare su internet di cosa si tratta. Capisco subito perchè mi ricordavo il birrificio, visto che è uno dei più famosi (oltre che antichi) del panorama non industriale USA. Oltretutto la birra viene recensita discretamente. Tronfio e fiero dell'acquisto pregusto l'assaggio.

Arriva il momento. A cena stappo la birra, la verso nel bicchiere e noto subito due cose, la birra è torbida, cosa che non mi aspettavo, e la schiuma color nocciola ha un'aspetto fantastico. Accantonata la vista, mi dico passiamo agli altri sensi, infilando il naso sopra il boccale con l'aspettativa di essere investito da 1000 profumi, del resto... è un IPA americana... e invece... niente!
Strano... davvero strano. Allontano il boccale, lo riavvicino, riprovo. Niente ancora. Non era evidentemente il mio naso il problema.

Lascio correre e passo ad assaggiare la Go West. Amara! Amara di un amaro sgradevole, erbaceo. Aspetto che scenda nella speranza di qualche retrogusto che si faccia sentire in seconda battuta ma purtroppo la mia bocca è anestetizzata da quel fiele. Mi persuado che possa essere una prima impressione (o addirittura di avere io l'amaro in bocca...) e continuo a bere fino a finire buona parte della bottiglia. Buona parte perché 3 dita e spicci li ho buttati nel lavandino (la maledizione di mia moglie... peggio di Montezuma...).

Il giudizio su questo esemplare non può che essere del tutto negativo, diciamo un 3/10.
Mai, e dico MAI, mi era capitato di buttare una birra, per quanto questa non incontrasse il mio gusto.
Pensandoci sopra, durante gli ultimi sorsi, questa bottiglia mi ha ricordato quando trovi la cicoria di campo che è dannatamente amara. Mentre per questa però ha un senso l'amaro erbaceo, per quanto forte, per una birra diventa davvero di difficile bevuta.

Rileggendo in modo meno superficiale i commenti in giro mi sono persuaso di una cosa: quella che io ho bevuto non era la vera Anchor Brewing Go West, ma una bottiglia di quella birra maltrattata, malconservata e imbottigliata chissà quanto tempo prima (mentre le IPA dovrebbe dare il meglio di sé nei primi mesi di bottiglia).

Buona birra a tutti.

Non ti resta che Berlo!

Re: Anchor Brewing - Go West

MessaggioInviato: 06/02/2017, 23:32
da Ago
Nome dell'iper così lo evito :)


Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

Re: Anchor Brewing - Go West

MessaggioInviato: 07/02/2017, 10:21
da Berlo
Guarda, dopo questa esperienza personale, ti dico che eviterò qualsiasi birra non europea distribuita in un qualsiasi supermercato di grande distribuzione.
Per le birre molto luppolate... se non trovi qualcosa di nostrano devi essere molto sicuro di come è stata tenuta e di quando è stata imbottigliata altrimenti rischi seriamente di assaggiare un non si sa cosa. Questa birra veniva da San Francisco, oltre oceano... con tutti gli sbattimenti del viaggio... e chissà quanti passaggi di distribuzione prima di arrivare in Italia e poi nel supermercato dove l'ho comprata. Ci sono migliaia di possibili momenti in cui, tenendola male, potrebbero averla rovinata, senza contare chissà quando era stata imbottigliata.

Buona birra birra9